02 luglio 2007

Poveri islamici una minchia

Scusate il termine. Ma calza a pennello per la situazione.

Gli avvenimenti di questi giorni a Londra e a Glasgow mostrano quanto sia falsa e tendenziosa la nozione che gli islamici che si danno al terrorismo siano poveri, ignoranti e oppressi. Due degli arrestati sono islamici di origine kurda e libanese ed un'altro sarebbe giordano , che lavoravano come medici ospedalieri presso gli ospedali inglesi.

Two Terror Suspects Are Hospital Doctors |Sky News|UK News

Gente istruita che aveva un lavoro ben pagato, che in teoria doveva essere interessata a curare la gente che si rivolgeva a loro; ma, nel frattempo, si dedicava a pianificare morte, distruzione e terrore da distribuire a piene mani nei confronti di noi infedeli.

Gli attentati di Londra volevano colpire dei locali notturni frequentati da donne, mostrando la misoginia dell'ideologia e delle pulsioni che li animano. Non solo, il resoconto che da il Sunday Mail sul comportamento di questi esseri che definire umani è doloroso è veramente inquietante. Questi mostri, mentre bruciavano, continuavano ad attaccare le persone che si trovavano nel termina a calci e pugni e tentando di appiccare anche a loro il fuoco, tanto che alcuni di questi sono stati curati per le ferite e le ustioni inflitte. E mentre aggrediva le sue vittime, che cosa urlava? "It's a bomb" o "Allah" come dice l'intervista ad un facchino dell'aereoporto della ABC News.

Esemplare il comportamento di alcuni passeggeri e del personale dell'aereoporto che sono saltati addosso ad uno degli attentatori in fiamme e hanno aiutato i poliziotti a sottometterli.

Posta un commento