21 novembre 2007

Voglia di migliorarsi

Dal blog di Brian Wang leggiamo un po' di numeri interessanti riguardo la voglia degli esseri umani di migliorarsi, sia esteticamente che fisicamente che intellettualmente.

Concordo von l'idea espressa da Wang che le scelte che gli individui fanno singolarmente in una società, quando sommate insieme, possono essere una forza molto potente anche se poco visibile e spesso trascurata.

I miglioramenti desiderati e cercati non hanno a che fare con i desideri intellettuali, ma con necessità materiali: maggiore efficicienza ed efficacia nel lavoro e nella competizione intellettuale e fisica. Le leggi della prasseologia valgono anche in questo caso: gli individui fanno prima le scelte che ritengono diano il maggior vantaggio materiale.

Già adesso è previsto l'arrivo sul mercato nel futuro di mezzi e metodi di potenzialmento molto superiori e più sicuri degli attuali (inibitori della miosttina al posto degli steroidi anabolizzanti, per esempio).

Il compito dei transumanisti dovrebbe principalmente essere quello di individuare e rimuovere gli ostacoli di ordine sociale che impediscono allo sviluppo di progredire il più rapidamente possibile; o almeno di trovare modi e metodi di aggirare questi ostacoli. Saranno poi le scelte individuali degli individui che daranno forma al futuro, come sempre è stato.

Posta un commento

Archivio