13 aprile 2013

Perché Bitcoin è pronto a cambiare la società più di quanto abbia fatto Internet

The bitcoin logo
The bitcoin logo (Photo credit: Wikipedia)

Perché Bitcoin è pronto a cambiare la società più di quanto abbia fatto Internet

di Rick Falkvinge (traduzione Mirco Romanato)


C'è una Bitcoin mania in questo momento, con il prezzi dei Bitcoin che salgono a razzo. Bitcoin non è ancora pronto per il grande pubblico ma, mano a mano che matura, cambierà i modi fondamentali di funzionamento della società molto più di quanto abbia fatto Internet. La rete, dopo tutto, ha solo permesso alle persone di parlare e fare compere in modo più efficiente. Al confronto, Bitcoin sradica la capacità del governo di operare.

Cominciamo guardando a che cos'è Bitcoin. È moneta. È una nuova forma di moneta che non è emessa dal governo. I governi non hanno il monopolio nell'inventare cose con cui puoi scambiare e usare per il baratto. E Bitcoin è uno di questi strumenti di baratto non governativi. La differenza tra Bitcoin e altre rappresentazioni di valore simili che sono state inventate nel tempo è che nessuno ha il controllo dell'offerta di denaro e nessuno controlla il flusso di denaro. Questo significa che nessuno può iniziare ad usare la stampante monetaria per distruggere i tuoi risparmi e nessuno può sequestrare o vedere la tua ricchezza o il tuo reddito. Puoi vederlo come una valuta open-source in confronto ad una valuta proprietaria emessa dallos tato.

Non c'è una banca centrale. Questo è un concetto rivoluzionario. Le persone possono scambiare contanti a distanza senza passare per un intermediario. La prima volta che invii il valore di una tazza di caffè a degli amici in India di Domenica, senza pagare nessuna commissione, e loro ricevono immediatamente il denaro, senza che nessuno tranne voi sappia della transazione, restate a bocca aperta.

Questo sarebbe stata solo una curiosità, se non ci fosse per le aziende un motivo economico, talmente grande da essere ridicolo, di voler tagliare fuori le banche e le compagnie delle carte di credito dal loro processo di vendita, che potrebbe all'incirca raddoppiare i profitti dovuti alle loro vendite. Questo significa che c'è una spinta fortissima ad adottare questa nuova valuta.

Dato che nessuno controlla l'offerta di moneta (la crescita è predeterminata in modo prevedibile e sempre più lento fino al 2140), e la domanda aumenta con una offerta limitata, il prezzo per ogni bitcoin aumenta. Questo è quello che stiamo vedendo adesso,  mano a mano che sempre più persone si rendono conto del potenziale economico di Bitcoin. Inoltre, c'è il valore del concetto che non ti devi fidare di nessuna singola persona per conservate o trasferire Bitcoin – ne il tuo governo, ne lo tua banca, ne la Western Union – che è qualche cosa di completamente nuovo.

Erik Voorhees ha scritto, “Bitcoin è quindi la sola valuta e sistema monetario del mondo che non ha rischio di contro parte nel tenerla o trasferirla". Questo è assolutamente rivoluzionario e la frase precedente dovrebbe essere riletta nuovamente. [...] Mai prima, nella storia del mondo un individuo ha avuto questa capacità. Non ha precedenti.”

Di conseguenza, perché Bitcoin ha valore? Come è, parlando in modo preciso, denaro? Le persone che lo chiedono tendono ad essere nell'idea che solo gli stati e i governi possano emettere moneta, ma questo non è il caso. Quello che noi vediamo come denaro  è cambiato molte volte, e quando Marco Polo ritornò in Europa dalla Cina nel 13° secolo, la gente lo prendeva in giro per aver portato indietro delle banconote. “Questo non è denaro”, dicevano e bruciarono le banconote cinesi. Il denaro era monete. Se rifiuti Bitcoin semplicemente perché non sei abituato a vedere sequenze di primi numeri rari come denaro, accertati di non rifiutare le banconote come faceva la gente del 13° secolo. Se delle persone le usano per commerciare, è denaro.

Jon Matonis ha un'eccellente pezzo su Forbes dove sfida la nozione che il denaro deve essere emesso da uno stato, e spiega che una valuta per transazioni può competere grazie ai suoi propri meriti e al suo proprio mercato.

È importante realizzare che mente Internet ha cambiato la vita nell'industria della tecnologia Informazione in modo terribile, dal punto di vista del governo, la rete non ha poi cambiato molto. Se non altro, ha rinforzato le strutture esistenti: i consumatori spendono le loro valuta emessa dallo stato in modo più efficiente, il credito è emesso più e meglio da banche regolate dallo stato che espandono l'offerta di denaro e tengono la gente contenta, e ha creato nuove industrie che sostengono l'economia. E permette ai cittadini di inviare certificati al governo in modo più efficiente.

Il solo effetto collaterale della rete, per il governo, è che alcune persone usano Internet per violare i monopoli garantiti dallo stato sulla distribuzione dell'intrattenimento, che è visto come un problema che ha bisogno di essere risolto velocemente e duramente, ma oltre a questo, Internet non è realmente niente di nuovo dal punto di vista del governo. Pensaci la prossima volta che vedi un politico che sembra non comprendere la rete: per loro, se sono stati al governo troppo a lungo, non c'è molto da capire.

Quindi essenzialmente abbiamo quattro differenti tipi di giocatori che fanno andare avanti l'economia, e per estensione, tengono il governo finanziato ed operativo. Una, c'è il governo stesso, che emette denaro e regola le banche. (In questo senso includo anche le banche centrali nella parola "governo") Due, ci sono le banche commerciali che hanno il completo controllo del flusso monetario, in cambio della condivisione di questa capacità con il governo e di conferirgli il permesso di drenare tutto quello che desidera per continuare ad operare. Inoltre, le banche commerciali espandono l'offerta di denaro quando le persone chiedono credito, in quanto il credito è buono per l'economia per come essa è misurata oggi (“crescita”). Sul fondo della catena alimentare ci sono, tre, le aziende che hanno il compito di far usare questo sistema, facendo passare tutte le operazioni attraverso le banche, e quattro, i cittadini ordinari, che si suppone facciano il lavoro vero e proprio e producano qualche cosa di realmente utile che faccia andare avanti l'intero ecosistema.

Quello che fa Bitcoin è di tagliare fuori le banche, e per estensione, la capacità del governo di operare.

Quelle guerre che avete visto in TV? Sono tutte finanziate da questo meccanismo – l'abilità delle banche di mantenere la gente contenta permettendo lor di spendere denaro immaginario, mentre simultaneamente danno allo stato nazionale l'abilità di controllare il flusso di denaro come desidera (e prendersene quanto gli pare per se stesso).

Ora, Bitcoin non sosterrà la sua adozione solo perché è impervio alla sorveglianza e al controllo dello stato. Piuttosto, la sua adozione sarà spinta dal fortissimo interesse delle corporazioni di tagliare fuori dal giro le banche – in particolare, tagliare i profitti delle banche derivanti dai loro profitti

La normale reazione per un governo sarebbe quella di usare il suo intero arsenale di violenza contro ogni fenomeno che minacci l'abilità del governo di funzionare a questo livello. Ma Bitcoin è resiliente a questo. Non c'è un punto centrale che può essere chiuso. Non puoi puntare una pistola ad un numero primo e aspettarti che le cose cambino. E noi tutti sappiamo quanto efficace siano stati i tentativi del governo di chiudere le rete peer-to-peer (anche se è stato un problema a bassa priorità fino ad ora di cui non si sono veramente interessati).

Un po' di tempo fa, ho scritto che Bitcoin è “Il Napster del sistema bancario”. Forse c'è una analogia migliore – forse è lo Skynet del sistema bancario. Non c'è un mainframe centrale da spegnere, e l'intelligenza in Bitcoin è completamente distribuita e ha il solo obiettivo di rendere obsoleto il sistema bancario.

Al riguardo, la gente del Business Insider che compara il commercio di Bitcoin e il suo attuale picco di prezzo con la bolla intorno ai Beanie Babies (http://en.wikipedia.org/wiki/Beanie_Baby) del secolo precedente (una popolare bambola americana della fine degli anni '90) appaiono pericolosamente miopi e ignoranti . Bitcoin non è un giocattolo soffice, non è una commodity. È un accordo economico, e come tale, ha valore come ogni altro contratto che migliora i propri affari. Questo particolare contratto migliora ogni affare a parte quelli delle banche.

Quindi Bitcoin è pronto a prendere il controllo del mondo? Niente di tutto ciò.

Ci sono molti problemi con Bitcoin oggi, ma diventano meno severi dei problemi che lo affliggevano uno, due, tre anni fa. In breve, stiamo vedendo strappi sistemati, increspature lucidate, e sbavatura rettificate. Ma ci sono molte ragioni su perché Bitcoin non può prendere adesso il posto delle monete emesse dagli stati, anche se è su una traiettoria diretta per poterlo fare nel prossimo decennio o nei prossimi decenni.

La liquidità del denaro emesso dallo stato è una cosa che mi colpisce immediatamente. In qualsiasi economia, c'è bisogno di ponti tra i differenti sistemi di pagamento che sono utilizzati. Oggi, la vasta maggioranza di questi ponti e gestita da un cambiavalute giapponese conosciuto come MtGox. Questo è un inaccettabile singolo punto di fallimento in un ecosistema (provato da due ore di non funzionamento oggi). Inoltre, lag di 10 minuti sono comuni per il motore di scambio di MtGox (sto vedendo 400 secondi di lag mentre scrivo), il che è ridicolo quando il grande mondo finanziario gestisce scambi in micro e nanosecondi .

Bitcoin ci sta arrivando. Ma non c'è ancora arrivato. Quando sarà li, aspettatevi il panico tra i governi e che la società cambi la sua forma in qualche cosa dove il governo non può  basarsi sulla tassazione del reddito o della ricchezza per andare avanti.

Questo è un cambiamento della struttura sociale più grande dell'abilità di cercare e condividere cultura e conoscenza che abbiamo ottenuto con la rete.

Sull'Autore

Rick è il fondatore del primo Pirate Party (Partito Pirata) ed è un evangelista politico, che viaggia in giro per l'Europa ed il mondo per parlare e scrivere al riguardo di idee su una politica dell'informazione sensata. Ha un passato di imprenditore tecnologico e ama il whisky.


Enhanced by Zemanta