20 agosto 2009

Nanotubi prodotti senza catalizzatori metallici

Si potranno costruire aerei formati al 90% di materiali compositi invece del 40% attuale.

La ricerca è stata eseguita nei laboratori del MIT. Il nuovo processo di produzione industriale non richiede catalizzatori metallici, e quindi non necessita della loro rimozione al termine della produzione. Questo riduce di molto i costi, aumenta la resa e la purezza del prodotto. In precedenza ci sono state altre ricerca che riguardo da parte dei laboratori Goddard della NASA.

Il processo permette di utilizzare più facilmente i nanotubi per rinforzare i composti di fibra di carbonio. Si producono circa 50.000 tonnellate all’anno di fibre di carbonio e circa 600-800 tonnellate all’anno di nanotubi. Usare i nanotubi, che sono ancora molto costosi, per rinforzare le fibre di carbonio permette di finanziare la produzione di nanotubi e permette di ridurre i rischi di cancro nelle applicazioni biomediche.

Il motivo per cui aerei come l’ Airbus A380 e il nuovo Boeing 787 non sono fatti al 90% di materiali compositi è dovuto al fatto che non sono sufficientemente resistenti per alcune applicazioni critiche. Ma i nanotubi senza catalizzatori metallici possono essere usati più facilmente per rinforzare questi materiali a livello microscopico, così come le armature metalliche rendono più resistente il cemento a livello macroscopico.

I ricercatori sospettano che ci sono anche altri tipi di catalizzatori basati sugli ossidi, come l’ossido di zirconio utilizzato nella loro ricerca. E che il processo di produzione che utilizza gli ossidi sia facile da commercializzare in quanto semplice, adattabile e in molto modi più flessibile di quello basato sui metalli.

Carbon nanotubes without metal catalyst : Jets can be 90% composite and not just 40%

Reblog this post [with Zemanta]

11 agosto 2009

Il Progetto Synapse ottiene 16 milioni di $ di finanziamenti dal DARPA per sviluppare un Cervello Umano

IBM ha ottenuto questa settimana ulteriori 16,1 milioni di $ dal DARPA per il suo progetto Synapse per costruire un cervello umano basato sull'hardware di un computer.

Il Progetto Synapse ha lo scopo dichiarato di “investigare approcci innovativi che abilitino progressi rivoluzionari dei dispositivi elettronici neuromorfici che siano scalabili a livello biologico”. ‘SyNAPSE’ è un acronimo inverso per Neuromorphic Adaptive Plastic Scalable Electronics.

Mentre con Synapse il DARPA cerca di replicare le funzioni di un cervello umano, la BBN Technology ha ottenuto un finanziamento di 29,7 milioni di $ per sviluppare il prototipo di una macchina in grado di leggere testi e tradurre il contenuto del testo in conoscenza che può essere interpretata da un programma di intelligenza artificiale.

Synapse Project to Make an Artificial Human Brain Gets $16 million more from DARPA.

DARPA Synapse Project website.

Progetto Brain on a Chip su HPlusMagazine.

Reblog this post [with Zemanta]

Il Progetto Synapse ottiene 16 milioni di $ di finanziamenti dal DARPA per sviluppare un Cervello Umano

IBM ha ottenuto questa settimana ulteriori 16,1 milioni di $ dal DARPA per il suo progetto Synapse per costruire un cervello umano basato sull'hardware di un computer.

Il Progetto Synapse ha lo scopo dichiarato di “investigare approcci innovativi che abilitino progressi rivoluzionari dei dispositivi elettronici neuromorfici che siano scalabili a livello biologico”. ‘SyNAPSE’ è un acronimo inverso per Neuromorphic Adaptive Plastic Scalable Electronics.

Mentre con Synapse il DARPA cerca di replicare le funzioni di un cervello umano, la BBN Technology ha ottenuto un finanziamento di 29,7 milioni di $ per sviluppare il prototipo di una macchina in grado di leggere testi e tradurre il contenuto del testo in conoscenza che può essere interpretata da un programma di intelligenza artificiale.

Synapse Project to Make an Artificial Human Brain Gets $16 million more from DARPA.

DARPA Synapse Project website.

Progetto Brain on a Chip su HPlusMagazine.