22 ottobre 2007

Il mondo arabo pianifica una grande infrastruttura scientifica: che possibilità di successo ci sono?

Il sempre interessante Al Fin scrive su questo grandioso progetto del mondo arabo

Al Fin: Arab World Plans Large Science Infrastructure: What Are The Odds?

Le possibilità di successo di questo piano? Le stesse di una piantagione di limoni in Finlandia.

La parte più interessante dell'articolo è il grafico:

Gottfredson_normal_curve_juxtaposition

L'illustrazione descrive la differenza di distribuzione del IQ (quoziente di Intelligenza) tra una popolazione con un IQ medio di 100 (USA) e una popolazione con un IQ medio di 85 (Qatar, paesi arabi in generale, popolazione nera americana  - gli africani sono più probabilmente intorno ad un IQ di 75). Come è possibile notare, le percentuali della popolazione che compongono le parti inferiori e superiori sono estremamente differenti nelle due popolazioni. Nel contesto dell'ipotesi Eurabia di Bat Y'eor si può notare un problema importante: i mussulmani che dovrebbero conquistare l'Europa sono di origine mediorientale o africana. Il che implica che una popolazione con un IQ più basso dovrebbe conquistare una popolazione con un IQ più elevato.

Non che sia impossibile da un punto di vista teorico, ma diciamo che è una possibilità molto improbabile. Certo, un singolo individuo meno intelligente non ha problemi ad uccidere un singolo individuo più intelligente ma meno preparato. Ma nel contesto della società moderna c'è una assoluta necessità di personale con un elevato IQ per mantenere le infrastrutture basilari (per non parlare di etica del lavoro e altri valori immateriali). Una popolazione di invasori dovrebbe essere in grado di  subentrare alla popolazione che conquista in questi lavori di livello inferiore, per poter la mantenere la ricchezza conquistata; o, almeno, dovrebbe essere in grado di supervisionare il suo lavoro dei conquistati e sottomessi.

Sfortunatamente, per loro, non solo non sono in grado di subentrare alla popolazione autoctona e sostituirla, ma non sono in grado neanche di mettere in campo un numero di supervisori in grado di contraollare il lavoro dei dhimmi. In generale, i dhimmi sarebbero più intelligenti dei superiori o almeno al loro stesso livello.

Sfortunatamente, per loro, anche mantenere una popolazione soggiogata sarebbe difficile, e probabilmente ci sarebbe una emigrazione di massa della popolazione produttiva verso altri lidi, che avverrebbe in pochi anni. Questo implica che la popolazione rimanente sarebbe composta principalmente della parte meno intelligente dalla popolazione europea (che non ha i mezzi per andarsene) e la popolazione islamica. In breve tempo mancherebbe tutta la popolazine capace e preparata per mantenere in funzione fabbriche, mercati finanziari, banche, ospedali, etc. Con la veloce decadenza della ricchezza finanziaria, industraile, scientifica ed economica in generale, l'Eurabia diventerebbe in pochissimi anni un guscio vuoto.

Ovviamente, se fossimo tanto masochisti da permettere agli islamici di prendere il controllo delle nostre nazioni e non reagissimo in nessun modo. Il che è una possibilità molto improbabile. La cosa più probabile è che la popolazione autoctona ad un certo momento si stufi e decida di reagire. In quel caso, anche se fossero stati in grado di prendere il controllo di una parte del territorio europeo (diciamo l'Olanda o la Svezia) scacciandone la popolazione o sottomettendola con la forza, rimarrebbero senza la capacità di produrre abbastanza beni e servizi per mantenersi da soli, circondati da una popolazione ostile. Dato che il clima non è benevolo e il territorio non permette di sostenersi con i soli frutti della terra, la loro popolazione diminuirebbe rapidamente anche senza che vengano attaccati dai loro vicini. Non serve dire che in caso di guerra aperta, la parte con la popolazione più intelligente e i militari più intelligenti e preparati normalmente vince a mani basse.

L'unica cosa che potrebbe giocare a favore degli islamici è una elevata natalità, ma la natalità della popolazione islamica in Europa si sta allineanda a quella della popolazione autoctona e non sono prevedibili future ondate migratorie dai paesi islamici, che anche loro stanno avendo un crllo della natalità.

Posta un commento

Archivio