04 ottobre 2009

Il Giappone lavora alla Fusione Nucleare catalizzata dai Muoni

e ha piani per ottenere progressi nella produzione commerciale di energia.



Fusione nucleare catalizzata dai muoni.
(1) Un fascio di muoni di carica negativa, è prodotto e iniettato in un combustibile misto di deuterio e trizio, (2) con conseguente creazione di molti atomi trizio muonico (tμ). Poiché i muoni sono 207 volte più pesanti degli elettroni, i muoni orbita attorno al nucleo ad una distanza molto minore rispetto agli elettroni. In questo modo, gli atomi tμ sono estremamente piccoli. (3) Dato che gli atomi tμ non hanno carica elettrica, sono pronti ad entrare in collisione con atomi di deuterio senza essere respinti dalla carica elettrica. Queste collisioni producono molecole dtμ, che consistono in un muone, un nucleo di deuterio e un nucleo di trizio. (4) Simile agli atomi di tμ, le molecole di dtμ sono estremamente piccole. Quando la fusione nucleare d-t si verifica in queste piccole molecole, grandi quantità di energia vengono rilasciati, accompagnata dalla produzione di particelle alpha (nuclei di elio) e neutroni. (5), il muone viene liberato e riciclato in successive reazioni di fusione nucleare. (6) Circa l'1% dei muoni liberata, tuttavia, diventare bloccato a nuclei di elio.

Japan Working on Muon Catalyzed Fusion and Have Plans for Achieving Advances to Commercial Power Generation

Mi domando se questo approccio non potrebbe essere usato insieme a quello di Bussard (Polywell).

Posta un commento

Archivio