24 settembre 2012

Il Futuro e i suoi Nemici 4


OK, andiamo al sodo, cosa fare per evitare di essere derubati completamente dai governi che cercano di salvare le classi politiche e burocratiche a spese delle classi produttive?

(Avviso!!! 
Questi non sono consigli di investimento - sono solo opinioni. Quello che ci fate sono solo fatti vostri)

Se avete letto gli articoli precedenti mi pare ovvio che bisogna smettere di risparmiare in moneta fiduciaria (fiat money), cioè in €, US$, Ca$, ¥ o in titoli denominati in moneta fiduciaria (obbligazioni, titoli di stato, etc.). Il primo motivo è che non rendono quanto l'inflazione (Germania, Francia, USA) o, se rendono quanto o più dell'inflazione (Italia, Spagna, Grecia, etc.) c'è qualche serio dubbio che saranno pagati in futuro come pattuito. Molto più probabilmente, i banchiere centrale creeranno abbastanza liquidità dal nulla per redistribuire il potere d'acquisto dal denaro in esistenza (nelle vostre mani) al denaro appena creato (nelle loro) e lo elargiranno a tassi di interesse ridicoli ai banchieri (che sono al fallimento) e agli stati.

Come garantire che i propri risparmi non siano distrutti dall'inflazione o persi nel fallimento dei governi e delle banche o di altre istituzioni finanziarie?
Risparmiate in oro e argento fisico.

Gli ETF che vi propongono in banca sono uno strumento finanziario che vi espone al prezzo dell'oro o dell'argento, ma se il mercato esplode molti di questi ETF potrebbero non sopravvivere non avendo, materialmente, in mano il metallo, ma solo future e options e simili "promesse". Va rimarcato che la quantità di futures trattati è enorme rispetto alla quantità di oro e argento effettivamente consegnati ai clienti. Il 90-95%, almeno, dei contratti viene chiuso con pagamento in contanti e non con la consegna del metallo. Questo significa che, nel caso ci sia un improvviso aumento della domanda di consegne del metallo, la controparte non è in grado di soddisfarla. Già adesso sono segnalati molti casi in cui ai clienti il metallo viene consegnato in ritardo rispetto alla data pattuita.

Se decidete di risparmiare in oro e argento fisico, inoltre, evitate di tenerlo in banca. I conti correnti in oro/argento sono, legalmente, un prestito che voi fate alla banca. Vai siete solo dei creditori della banca (come tanti altri). Quindi la banca non ha nessun dovere nei vostri confronti di conservare l'oro/argento nei suoi forzieri, ma invece può usarlo come le pare. Se poi lo perde in prestiti o speculazioni fallimentari, fatti vostri che avete gli avete prestato del denaro. Sono già stati riportati casi di quantità ingenti di oro fisico conservato da banche per anni che è stato riconsegnato al proprietario con mesi di ritardo e in lingotti prodotti un mese dopo la richiesta di consegna. Fate le vostre considerzioni sul caso.
Non è consigliabile nemmeno pensare di usare le cassette di sicurezza delle banche, perché non è possibile sapere esattamente quale sarà il quadro regolatorio futuro: le banche sostengono i governi, i governi le banche e i governi (attraverso i parlamenti) fanno le leggi: basta poco per far diventare l'oro nelle cassette di sicurezza di una banca di proprietà della banca, basta una votazione notturna in Parlamento o un decreto legge. Lo hanno fatto, per esempio, per i fondi dei comuni: la legge votata a Febbraio 2012 semplicemente ordinava al tesoriere della banca di trasferire i fondi del comune alla Cassa Depositi e Prestiti. I sindaci potevano protestare quanto volevano, ma i soldi non erano nelle loro mani e quindi erano impotenti. I tesorieri della banca, dei semplici impiegati, certamente non rischiavano il posto e la galera per i soldi altrui.

In Argentina, durante la crisi del 2.000, tutti i conti bancari furono congelati e furono posti dei limiti alla quantità di denaro che poteva essere ritirato giornalmente. Nel frattempo, l'inflazione correva veloce e distruggeva il valore dei risparmi della classe media. Oggi, in Argentina, sono stati imposti dei blocchi al pagamento verso l'estero da parte del governo, per via della crisi economica (dovuta alle spese e sprechi del governo).

La linea di fondo è che le banche non possono essere considerate affidabili sia perché la maggior parte è sull'orlo del fallimento e tenuta su solo dalle infusioni di liquidità della BCE/Fed. sia perché il quadro normativo rende dubbia la proprietà di qualsiasi cosa sia in loro possesso.

Le soluzioni, quindi, per risparmiare in oro e argento sono due:
1) mantenere dei depositi di oro e argento presso istituzioni non bancarie/finanziarie come GoldMoney.com BullionVault.com, etc.
2) mantenere il proprio oro e argento nelle proprie mani (a casa o in qualche luogo sicuro). Un esempio è Walter Samasko che è recentemente  morto alla tenera età di 69 anni, con 200$ in banca e 7 milioni di $ in monete d'oro (senza contare l'eventuale valore numismatico). Le teneva in un barile in garage e risulta che non abbia avuto un lavoro continuativo dal 1968. Se non fosse morto solo, avrebbe potuto passare le sue monete d'oro direttamente alla sua unica erede (o a chi preferiva) senza che questi dovesse pagare qualche tassa al governo. In Italia, se lasciate una abitazione agli eredi, questi devono pagare circa il 10% del valore catastale in tasse (se gli va bene, se hanno i soldi, etc.).

La soluzione (1) permette un più facile, meno oneroso, acquisto e vendita del metallo e, se lo si desidera, la consegna dello stesso a domicilio. Il rischio è che la controparte non faccia quello che dice di fare o che il governo le rubi il metallo.
La soluzione (2) è più onerosa nell'acquisto e nella vendita rispetto al prezzo ufficiale di mercato, ma rende molto più difficile ad un governo l'appropriazione dell'oro. Il rischio di furto dell'oro aumenta, ma se nessuno sa che lo possedete e se lo nascondete bene non dovrebbe essere un problema.
La cosa migliore è un mix delle due.

Perché risparmiare (non investire) in oro e argento? Perché sono risorse scarse che non possono essere prodotte senza un elevato costo. Questo garantisce che non possano essere inflazionate per motivi politici od economici. L'argento, avendo parecchi usi industriali, salirà di prezzo proporzionalmente molto di più dell'oro, ma il prezzo, proprio per via della fluttuazione della domanda e dell'offerta, è molto più ballerino. L'oro, invece, ha pochissime applicazioni industriali, e quindi il suo valore è molto più stabile. La quantità di oro disponibile dipende dal prezzo e dal livello tecnologico. Mano a mano che l'oro diventa più difficile e costoso da estrarre, a parità di prezzo di mercato, la produzione diminuisce. Ma quando la tecnologia rende più economica l'estrazione, la produzione aumenta.

Per una panoramica sull'oro, l'argento, lo stato del'economia e su come finirà la partita posso solo consigliare l'ottimo Mike Maloney:

Per aggiornamenti continui sullo stato dell'economia italiana, europea, mondiale:
Rischio Calcolato

Assolutamente da seguire sono gli articoli pubblicati da Goldmoney.com e i video delle interviste ad esperti del settore fatte dalla GoldMoney Fundation per chi vuole comprendere l'economia e l'evoluzione del mercato dell'oro e delle monete.

Per seguire il mercato delle valute e dell'oro KingWorldNews.com Gold

Nel prossimo post discuterò di come, dopo aver messo al sicuro i risparmi (per quanto possibile), si possa agire pacificamente per minare il potere dei governi di rapinare la popolazione del suo potere di acquisto.
Enhanced by Zemanta